Prima dell’Art Bonus: l’appello del mondo della ricerca all’allora ministro Massimo Bray (25/09/2013)

bray-2

Un tentativo di liberalizzare le riproduzioni, prima ancora dell’Art Bonus, sostenuto da parte di numerose associazioni di ricerca, era già stato fatto proprio dal Consiglio Universitario Nazionale (CUN) che, nella sessione dell’11 settembre 2013, aveva rivolto un appello all’allora Ministro Bray. Per visualizzare l’intero testo clicca QUI.

Per quanto attiene alla riproduzione dei beni culturali, a partire dalla legge Ronchey i ricercatori si sono trovati di fronte a limitazioni nell’uso delle strumentazioni o nel numero di fotografie realizzabili; in alcuni casi addirittura alla proibizione di qualsiasi ripresa fotografica. Per quanto attiene alla pubblicazione, le prassi burocratiche comportano tempi e oneri che di fatto limitano di fatto la libera ricerca. Sono oltretutto oneri che hanno un costo significativo per l’amministrazione. Se non vogliamo innescare un circolo vizioso di decrescita della fruizione del patrimonio culturale bisogna che simili logiche economicistiche vengano contrastate e superate.

Per l’analisi di Andrea Brugnoli si rimanda all’articolo visualizzabile QUI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...