Mirco Modolo: l’Art Bonus e il sogno infranto delle libere riproduzioni di Beni Culturali

L'”Art Bonus” aveva inizialmente reso libera e gratuita la riproduzione di tutti i beni culturali per motivi di studio. Un emendamento approvato in sede di conversione del decreto in legge ha vanificato la portata innovativa della misura, con grave danno per la libera ricerca: a Londra (National Archives) e Parigi (Archives Nationales) gli studiosi possono riprodurre i documenti gratis con mezzi propri, in Italia, dopo l’illusione iniziale, è invece ancora fantascienza.

Si propone qui un’analisi critica dei motivi dell’emendamento e dei principi a sostegno della libera riproduzione delle fonti documentarie.

Clicca qui per leggere l’articolo pubblicato sul “Il Giornale dell’Arte” (settembre 2014):

http://www.ilgiornaledellarte.com/articoli/2014/9/120926.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...